La scomoda verità sul Coronavirus che forse sta venendo a galla

In una sola settimana alcuni autorevoli contributi scientifici hanno avvalorato la tesi (mai citata in Italia) di un legame tra la diffusione del Coronavirus e la qualità dell’aria delle diverse regioni.

L’Università di Halle (Germania) lo scienziato Yaron Ogen ha mostrato la correlazione tra la diffusione del virus in Europa e i dati da satellite che mostrano l’inquinamento dell’aria, in particolari regioni d’Europa, quali la Lombardia e l’area di Madrid.

Alla Università di Harvard uno studio ha analizzato 3.080 aree territoriali degli Stati Uniti, arrivando a conclusioni analoghe. Gli studiosi hanno calcolato che per ogni microgrammo in più di polveri sottili nell’aria la percentuale di morti per Coronavirus sale del 15%.

Infine, in Germania, gli esperti dell’Ufficio federale per l’ambiente (UBA- Umweltbundesamt) hanno evidenziato la correlazione, zona per zona, dei livelli di Biossido di azoto (NO₂) nell’aria, da un lato, e dall’altro non soltanto con le malattie cardiovascolari e dei polmoni, ma anche con la recente diffusione del Coronavirus.

Tutte conclusioni che suonano come ammonitrici per le future scelte di sviluppo economico, di cui si sta parlando per la famosa Fase 2.

One comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...