C’è chi investe sulle start up: i tedeschi!

La notizia che il portale di consegne a domicilio “Pizza BO” è stato acquistato per oltre 50 milioni di Euro ha mostrato che in Europa c’è chi investe, eccome, sulle start up innovative.
Rocket Internet è una società per azioni (Aktiengesellschaft) con sede a Berlino, quotata alla Borsa di Francoforte. E’ stata fondata da tre fratelli e compartecipata da società finanziarie.
La sua prima grande operazioni di investimento è stata nella creazione di Zalando, società di vendita on line di articoli di abbigliamento, leader in Europa che oggi ha raggiunto un fatturato di oltre 1 miliardo di Euro.
Oggi Rocket ha un patrimonio di 2,6 miliardi di Euro, che investe in start up dotate di un valido business plan.
Le start up prese in considerazione devono appartere a 4 settori.
Il primo è quello delle E-commerce companies specializzate nella vendita al dettaglio di “Fashion, general merchandise, home & living and food & grocery”.
Esempi in tale senso sono stati finora:
• Dafiti: portale brasiliano di calzature per donna.
• Home24: Mobili e arredamento online per la casa.
• Jabong: portale indiano per vestiti, scarpe, orologi e occhiali da sole per uomo, donna e bambino.
• Jumia: portale nigeriano per prodotti elettronici, articoli sportivi telefoni, accessori auto, moda e libri.
• Lamoda: accessori di design e articoli di moda.
• Linio: computer, orologi, prodotti elettronici, elettrodomestici sul mercato latino-americano.
• Namshi: portale saudita per vestiti, scarpe e accessori di moda.
• Westwing: accessori e mobili per la casa (mercato tedesco).
• Zalora: portale della moda on line in Malesia.
• Zanui: mobili e articoli per la casa per il mercato australiano.

Il secondo settore è quello di imprese che creano dei punti d’incontro (market place) che per la vendita di alcuni servizi: servizi immobiliari, compravendita di veicoli, servizi domestici e “food delivery”.
Esempi di start up su cui Rocket ha investito:
• Foodpanda: food delivery service in Malesia con prenotazione on line.
• HelloFresh: consegne di cibi a domicilio.
• Helpwing: prenotazione on line di servizi di pulizia per la casa.
• Nestpick piattaforma per la prenotazione di affitti online per Italia, Spagna, Francia e Regno Unito.
• Tripda: piattaforma di car pooling.
• Wimdu: Appartamenti, Case Vacanze e Camere in affitto.
• ZipJet: servizi di lavanderia a Londra.

Il terzo settore è quello di imprese che forniscono servizi finanziari focalizzandosi “on facilitating payments and on bringing together borrowers and lenders in regions and segments that are underserved by traditional banks, particularly in the consumer and small and medium-sized enterprise segments”.
Esempi in tale senso sono stati finora:
• Lendico: portale di peer to peer lending (prestiti diretti tra risparmiatori e PMI).
• Paymill: soluzione di pagamento per negozi on line.

Il quarto settore, selezionato recentemente (2014) è quello dei viaggi (Travel), in cui Rocket vede grandi potenzialità di sviluppo, specie pei paesi emergenti.
Esempi:
• Travel Birds: portale specializzato in pacchetti turistici completi.
• Traveloka: portale leader in Indonesia nei viaggi on line.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...