Aprire una impresa in Italia come stranieri: luoghi comuni da sfatare – III

Completiamo con questo articolo il discorso che ipoteticamente faremmo a una persona straniera interessata ad aprire un’attività in Italia.
Le leggi sul lavoro. Da diversi anni il mercato del lavoro italiano è tra i più flessibili d’Europa. Diffusissime sono le assunzioni part time, a tempo determinato, a chiamata, con lavoro interinale, occasionali; inoltre è presente un ampio sistema di liberi professioni e piccole imprese artigianali che possono svolgere numerosi compiti operativi (dalle manutenzioni alle pulizie, dai trasporti alle contabilità, dall’assistenza informatica al marketing, ecc.), sostituendo le assunzioni di dipendenti.
Certamente il lavoratore italiano a tempo indeterminato è molto tutelato; si dice che le imprese italiane sono spesso come delle famiglie, e in famiglia certo non è simpatico che qualche membro sia allontanato senza giustificazioni molto gravi …
Com’è la produttività dei lavoratori italiani? Anche in questo caso dovremmo spiegare al nostro interlocutore straniero che in Italia esiste una forte diversificazione, non territoriale però. Moltissimi lavoratori italiani amano il loro lavoro e si impegnano con entusiasmo raggiungendo una elevata produttività: questo se il lavoro è interessante e l’ambiente di lavoro incentivante. Le relazioni personali sono in Italia sono molto importanti e se non si crea il rapporto giusto il lavoratore può andarsene oppure progressivamente “spegnersi” senza impegnarsi più di tanto. Il successo di molte imprese italiane si basa proprio sulla capacità degli imprenditori di motivare i collaboratori, al di là dell’applicazione di standard uniformi di efficienza.
Al contrario, metodi di direzione rigidi e autoritari in Italia suscitano normalmente resistenza, abbassano la produttività e spingono lontano dall’azienda le persone più valide.
Nel mondo delle piccole imprese è anche frequente che alcuni dipendenti si stacchino dall’aziende per mettersi in proprio, e per meglio realizzarsi professionalmente.
Lo spin off dei dipendenti può costituire una minaccia, quando nasce un concorrente che può utilizzare il know how aziendale e sottrarre contatti commerciali, ma in alcuni casi può rivelarsi una risorsa, e ciò quando nasce un soggetto con cui si potrebbe collaborare, in quanto capace di sviluppare mercati complementari.
FINE

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...