Eco-bio cosmesi: continua lo sviluppo

Il segmento eco-bio del cosmetico ha superato il 10% del mercato complessivo, un mercato che nonostante la crisi ha mostrato una sostanziale tenuta (-1,2% nel 2013, dati UNIPRO).
La sensibilità per le problematiche ecologiche ha prima caratterizzato una modesta nicchia di mercato, si è poi ampliata molto, tanto che oggi questa nicchia interessa anche le grandi marche.
Per quanto questa concorrenza delle grandi marche sia aggressiva (con accaparramento ad esempio di alcune materie prime), non vi è dubbio che il mercato eco-bio continua a presentare buone opportunità per le piccole imprese, dato il fatto che la produzione green richiede minori barriere tecnologiche all’ingresso.
La vendita dei prodotti eco-bio avviene anche nei centri di estetica e acconciatura (tanto che inizia ad esserci in Italia qualche “bio-parrucchiere”), ma soprattutto nelle profumerie, erboristerie e (para)-farmacie.
Secondo i dati UNIPRO una novità del settore è lo sviluppo rapido (+4,4%) della vendita diretta a domicilio.
In sviluppo è anche il canale Internet, che rimane però ancora marginale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...