“Costarica chiiiiiii?” Cosa insegna alle imprese l’Italia del calcio

Tante volte la Nazionale di calcio è stata eliminata dai Mondiali, ma mai in un modo così imbarazzante. Un modo che riflette i mali del paese e rischia di trasmettere messaggi dannosi anche alla platea di chi vuole avviare una impresa.

La disorganizzazione della squadra non è stata casuale, ma frutto della somma di scarsa preparazione tecnica e dei troppi individualismi.

  • La preparazione fisica. Incredibile vedere così tanti professionisti crollare per crampi a metà partita, pur in un caldo torrido (perché ad altre squadre non capita?).
  • Le scorrettezze. Continue trattenute agli avversari, falli simulati, calci assassini; neanche il coraggio e la fantasia (avuta invece da calciatore uruguayano) di masticare orecchie e spalle dell’avversario! Il tutto accompagnato da segni della croce e rituali scaramantici, confidando nell’aiutino dal cielo…
  • I giovani. Se la squadra ha retto fino a un certo punto è stato per merito di alcuni grandi “vecchi” come Buffon e Pirlo: seri, professionali, concentrati, modesti, ultimi eredi di una tradizione “artigianale” che sta scomparendo. I giovani sono sì pieni di muscoli, tatuaggi e creste, ma spesso impreparati e presuntuosi (“Costarica, chiiii?”).

L’Italia è un paese malato di immagine. Si chiede troppo poco alle persone di essere serie e concrete e troppo di essere “mediatiche”. Apparire ovunque e fare credere di risolvere i problemi, piuttosto che conoscerli e metterci mano veramente, è il costume politico dominante, da almeno 20 anni.

Su questo lo sport ha però il merito di evidenziare presto i bluff.

Allo stesso modo avviene per il mondo delle imprese: avviare e gestire una impresa richiede doti speculari a quelle mostrate dai nostri “eroi”: organizzazione, collaborazione, preparazione, modestia, impegno, e non gigionerie mediatiche accompagnate da inconsistenza nei momenti decisivi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...