Megatrend di ieri e di domani (Parte II)

Abbiamo visto, in un precedente articolo, i megatrend che furono individuati in un testo celebre come “Megatrends” di John Naisbitt (1983).

Possiamo fare un salto in avanti di 30 anni, iniziando a vedere una interessante analisi fatta recentemente da ASTER di Bologna, l’agenzia per lo sviluppo tecnologico dell’Emilia-Romagna.

Qui il focus è appunto più sui trend tecnologici che sul complesso dei trend socio-economici, come in Naisbitt.

Sono 13 le tendenze individuate da ASTER, e che possono avere un impatto sulla nascita di nuove imprese.

1. Smart cities

In futuro aumenteranno le concentrazioni abitative e per esse sarà importante una gestione più intelligente e sostenibile (efficienza energetica, emissioni zero), in relazione alle reti energetiche, alla mobilità, agli edifici.

2. New generation

L’Europa pochi giovani e ben il 20% del totale mondiale di popolazione ultraottantenne; le donne aumenteranno la loro presenza nella finanza e nel mondo degli affari.

3. Geo-localization

Le interazioni fra individui e fra organizzazioni saranno ripensate a partire dalle informazioni di localizzazione associate a dispositivi personali, con grande sviluppo di queste tecnologie.

4. Smart cloud

Nel futuro sarà possibile integrare cloud pubblici e privati e allocare cloud “ad-hoc” secondo le esigenze delle imprese.

5. Virtual world

Gli ambienti di simulazione, già in forte diffusione, saranno utilizzati in nuovi ambiti, ed in particolare nella difesa, nella medicina, nell’educazione, nella mobilità e nel business.

6. New business model

I modelli di business evolveranno verso condivisione di risorse (infrastrutture, macchinari) e pagamenti per i servizi in base all’effettivo utilizzo.

7. Wireless intelligence and advancement in networks

Nel futuro la connettività sarà principalmente wireless, aumenteranno i dispositivi disponibili, la loro interconnessione e la capacità di elaborazione. L’ulteriore sviluppo della banda in termini di ampiezza e disponibilità influenzerà nuove generazioni di applicazioni.

8. Innovating zero

I prodotti saranno progettati in modo da ridurre a zero i difetti, le falle di sicurezza, gli errori, gli incidenti e le emissioni pericolose per l’ambiente e la salute.

9. Innovative technologies of the future

ASTER indica come emergenti le tecnologie legate ai nanomateriali, all’elettronica flessibile, ai laser, ai materiali “intelligenti” e così via.

10. E-mobility

L’uso di veicoli elettrici a 2 e 4 ruote aumenterà irreversibilmente erodendo la quota della mobilità tradizionale e saranno necessarie la realizzazione di nuove infrastrutture e l’identificazione di nuove soluzioni tecnologiche.

11. Cure and prevent in healthcare

I metodi di prevenzione e di cura medica si diffonderanno per aumentare il benessere dei cittadini.

12. Factory of the future: smart and green

La produzione sarà sempre più rapida, efficiente e sostenibile. Aumenterà l’utilizzo dell’automazione industriale, il ricorso a tecniche di intelligenza artificiale e robot intelligenti.

13. Global power generation

Al di posto luoghi concentrati di produzione di energia elettrica si diffonderanno luoghi di produzione con fonti rinnovabili che saranno decentrati nel territorio.

(continua)

http://www.genesis.it/pubblicazioni-libri1.htm

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...